Torta vegan ai fichi e tè verde giovedì, 20 Marzo 2014 | | Sweet_Irene

Questa torta è tutta a base di frutta, 100% vegan, senza glutine e senza zucchero!

Ho messo a bagno 250 g di fichi secchi e 100 g di uvetta sultanina in un infusione di tè verde alla mela molto carica.
Dopo due ore ho scolato e tritato la frutta, ho aggiunto 100 g. di farina di mandorle,
2 gallette di riso tritate, 6 noci rotte, un cucchiaio di malto d’orzo, scorza d’arancia e cannella.
Ho mischiato tutto bene e ho adagiato il composto in una teglia foderata di carta forno e
cotto in forno a 180° per 25 min.
A fine cottura ho spennellato con poco malto e decorato con frutta secca.

blogger-image-1993481408

blogger-image--227057396

blogger-image--2089547969

Fa bene perché…
Questa è una torta energetica e antistress ottima per i periodi di stanchezza, affaticamento e nervosismo. Con il cambio di stagione e di temperatura la stanchezza si fa sentire ancora di più quindi via libera ad una fetta di torta per colazione o merenda.
I fichi sono uno tra i frutti più zuccherini e forniscono energie a pronta disposizione. Le mandorle e le noci sono invece ricche di vitamina B e magnesio, indispensabili sia per periodi di sovraccarico fisico e mentale. Un consiglio? Ottime in ufficio per una pausa di benessere al posto del solito caffè o degli snack confezionati.
Il malto d’orzo, invece, è qui utilizzato al posto del classico zucchero bianco. Quando la ricetta lo consente, il malto d’orzo è forse una delle migliori alternative allo zucchero bianco per preparare dolci da forno in quanto è a lento assorbimento. Il malto d’orzo riduce, quindi, i picchi glicemici tipici dello zucchero raffinato. Inoltre, contiene l’amilasi, un enzima digestivo che facilita la digestione intestinale degli zuccheri riducendo gonfiori e fermentazioni.

Tè, tisane e infusi: cosa abbinare
Per accompagnare questa torta ti consigliamo i seguenti tè: oltre a rappresentare il giusto complemento dal punto di vista del benessere hanno anche un gusto che si adatta perfettamente ad una torta dolce come quella della ricetta di questo mese.

  • Rooibos, detto anche tè rosso africano. In realtà il Rooibosh non viene estratto dalla pianta del tè ma da un altro arbusto, l’Aspalathus linearis. Il Rooibos è quindi completamente privo di teina e caffeina e può essere anche consumato dopo cena. Come il tè verde, anche il Rooibos è ricco di antiossidanti utili per contrastare lo stress ossidativo e mantenere l’equilibrio cellulare. Questa bevanda, inoltre, supporta il fegato nella digestione dei grassi e in generale è di aiuto a tutto il sistema digestivo. E’ ricco di minerali come ferro, magnesio e potassio e stimola il sistema immunitario. Viene è considerato una bevanda adattogena, che si adatta cioè alle esigenze specifiche del corpo: avrà quindi proprietà tonificanti se consumato al mattino o durante il giorno e rilassanti se bevuto prima di andare a dormire.
  • Tè verde Sencha, il tè verde Sencha è il tè più consumato in Giappone. Ne esistono diverse qualità:
    i tè verde Sencha di qualità superiore hanno un sapore armonioso dove la dolcezza e il gusto astringente sono in equilibrio. Molto però dipende anche dalla preparazione: più l’acqua è calda più tenderà a prevalere il gusto astringente dato dalla catechina. Se preferite un gusto più dolce diminuite la temperatura dell’acqua che utilizzate per l’infusione. Il tè sencha è ricco di vitamina B e C, ha proprietà salutari sulla permeabilità ed elasticità dei vasi sanguigni. Contiene, rispetto ad altre qualità di tè verde, anche una bassa percentuale di teina.

Ricette salutari e consigli di benessere, questo è un esempio dei contenuti del prossimo corso che organizzeremo a breve con la naturopata Ambra Caramatti www.ambracaramatti.com
E’ tutto pronto…stiamo definendo date e orari
STAY TUNED!